" Si effettuano consulti dando una sbirciatina sul futuro, su quanto ci riserva...sempre tenendo presente che, siamo noi a costruire il nostro destino... " Puoi fare una donazione cliccando il tasto a destra " Donazione "

Un Sensitivo

Con termine sensitivo si suole intendere una persona con la capacita' di riesce a percepire delle realtà non percepibili ai sensi comuni e vedere il prana (energia vitale che avvolge i corpi animali e vegetali). Il sensitivo pranico può percepire il prana dei corpi animali e vegetali. Può percepire l'energia racchiusa in una parte di un corpo, e stabilirne l'intensità. Può inoltre interagire con il prana stesso modificando il flusso d'energia, può con l'esperienza e la pratica vedere l'aura (energia che avvolge tutti i corpi viventi), può vederne il colore, determinando il suo stato di purezza o di contaminazione. Può percepire la bontà o cattiveria, l'irritabilità, oppure la calma. Il Sensitivo si distingue per la capacità di percepire realtà non sensoriali, può filtrare le informazioni "canalizzate" attraverso le paure od illusioni presenti in sé. Un buon Sensitivo deve essere un buon "canale", ossia riuscire a trasmettere informazioni provenienti da altri piani di realtà. La Sensitività indica una percezione dell'eterico cioè di uno qualsiasi dei piani non fisici dello spazio-tempo.
Un sensitivo è una persona che riesce ad avere delle percezioni extrasensoriali o semplicemente ESP (acronimo dell'espressione inglese Extra-sensory perception). Da Wikipedia c'è scritto : Viene chiamata percezione extrasensoriale o ESP (acronimo dell'espressione inglese Extra-sensory perception) ogni ipotetica percezione che non possa essere attribuita ai cinque sensi. Un sinonimo diffuso a livello popolare è anche sesto senso. L'uso di questo termine sottintende la ipotetica esistenza di canali di informazione estranei e sconosciuti alla scienza e, infatti, gran parte degli studi al riguardo si muovono al di fuori del metodo scientifico. Le percezioni extrasensoriali vengono chiamate in modi diversi a seconda della loro natura: capacità di prevedere il futuro (precognizione) capacità di percepire visivamente cose non visibili naturalmente (chiaroveggenza) capacità di comunicare con il pensiero (telepatia) Il campo di studio delle percezioni extrasensoriali (e di altre presunte manifestazioni paranormali come la psicocinesi) è chiamato parapsicologia. La persona che si ritiene possieda tali facoltà è detta sensitivo (o paragnosta soprattutto se collegato alla retrocognizione; medium se invece afferma di comunicare con entità spirituali come ad esempio i defunti). Quindi un sensitivo in pratica riesce ad accedere a livelli di coscienza superiore aldilà dei 5 sensi che conosciamo tutti, vista, udito, tatto, olfatto e il gusto.

Nessun commento:

Posta un commento